1.

Il Codice di lavoro è univoco. Non sarà possibile avere più caselle con lo stesso codice e neppure più codici per la stessa persona.

2.

Un Distributore rimane legato per sempre al suo Sponsor.

3.

I componenti dello stesso nucleo familiare, parenti di primo grado e le società riconducibili a un consulente già attivo nel network con qualsiasi qualifica, non possono aprire codici network sotto altre strutture.

4.

Il codice è cedibile con diritto di prelazione per tutta la up-line, ma non spostabile sotto altre strutture per nessun motivo.

5.

Un Community Center rimane per sempre legato al CCA che lo ha contrattualizzato, sino a che quest'ultimo avrà un codice Distributore attivo PBEvolution S.r.l.. Se il CCA dovesse smettere di fare l'attività, i Community Center da lui contrattualizzati passeranno di diritto sotto il codice madre societario PBEvolution S.r.l.

6.

La presentazione dell'attività dovrà essere effettuata utilizzando solo il materiale ufficiale dell'azienda.

7.

Ogni forma pubblicità, l’utilizzo dei loghi e dei marchi che riguardano la PBEvolution S.r.l. e ad essi collegati, sarà possibile solo a seguito di autorizzazione società. Ogni informazione non in linea comporterà la chiusura del codice.

8.

Ogni trasgressione del codice etico PBEvolution S.r.l. comporterà la chiusura del codice.

9.

Mandato ad operare:

  • Quando un Distributore entra nella rete vendita deve obbligatoriamente avere sottoscritto la Lettera Incarico venditori a domicilio (LIVD), la richiesta di rilascio del tesserino di identificazione corredato da foto tessera, e fornito la dichiarazione del raggiungimento o meno della soglia annua INPS.
  • Quando apre la P. Iva, deve tempestivamente inviare alla PBEvolution S.r.l. il certificato di apertura.

10.

Norme fiscali:
Quando un Distributore entra nella rete PBEvolution S.r.l. ha due possibilità di inquadramento iniziale come "Incaricato alle vendite a domicilio", a seconda della condizione personale in cui si trova:

  • Se è una persona non iscritta all'Ufficio Iva e opera come persona fisica, entra come "Distributore con codice fiscale" ed è soggetta solo alla ritenuta d'imposta del 23% sul 78% dell'imponibile provvigionale.
  • Se è una persona già iscritta all'Ufficio Iva, è sufficiente che ampli la propria attività presso l'Ufficio Iva con il codice 461902, ed entra come "Distributore con partita iva". E' soggetta all'iva, alla ritenuta d’imposta del 23% sul 78% sull'imponibile e all'inps gestione separata. Quando una persona entra come Distributore con codice fiscale, al raggiungimento di Euro 6.410 di provvigioni lorde deve comunque aprire la partita iva con il codice attività 461902 e diventare "Distributore con partita iva".


Ogni eventuale variazione delle Norme e Regole sopra menzionate sarà integralmente riportata sul sito www.pbline.net, di cui si richiede al Distributore la visita periodica per presa visione.